Condé: denuncia azioni di destabilizzazione dello Stato

Il governo della Guinea, dopo l’appello dell’opposizione, in verità, un’azione di destabilizzazione dello Stato e delle sue istituzioni e una seria minaccia alla sicurezza nazionale, ha adottato tutte le misure appropriate per preservare l’ordine pubblico e garantire la sicurezza dei beni e delle persone. Il capo dello Stato, il professor Alpha Condé, ha dato istruzioni precise per garantire che le attività di polizia svolte esclusivamente dai servizi di polizia e di gendarmeria siano effettuate con armi non letali, come è consuetudine, sotto pena di sanzioni esemplari.

Il governo deplora profondamente, e condanna fermamente, gli incidenti che si sono verificati a volte, con feriti e vittime, anche tra le forze di sicurezza. Le autorità competenti sono state incaricate di fare piena luce sui fatti per trarre tutte le conclusioni necessarie.

Il Governo ribadisce, a tutti, il suo appello alla calma e alla moderazione ed esprime profonda indignazione e disapprovazione per la sfortunata circolazione e diffusione di immagini e video montati da zero, purtroppo trasmessi da alcuni media, per alimentare tensioni, sconvolgere l’opinione pubblica nazionale e internazionale e danneggiare l’immagine del paese e delle autorità pubbliche.

Il governo avverte gli autori e i complici di questa pericolosa propaganda per la pace sociale e l’unità in Guinea e invita tutti i cittadini e la comunità nazionale ad essere vigili e perspicaci per non essere ingannati grossolanamente.

Il Governo rassicura l’opinione pubblica nazionale e internazionale della sua disponibilità a mantenere un clima di pace e fiducia nel Paese e a non lesinare gli sforzi per la sicurezza delle persone e dei beni su tutto il territorio nazionale.

(RED – Giut)