Vinchiaturo, la lettera di Katia ai medici del Cardarelli: «Grazie per avermi salvato la vita»