Prencipe a capo della Camera penale: «Processi infiniti? Non è da Paese civile»