Encomi e onorificenze à gogo, Trenta finisce di nuovo nella bufera