Tragedia al porto di Termoli, la sicurezza “langue”